Perché viaggiare?

Ogni anno, prima delle vacanze di Pasqua, il Collegio organizza un viaggio di studio all'estero di circa una settimana.

gli studenti del collegio a san pietroburgo

Una foto di gruppo degli studenti del Collegio a San Pietroburgo, durante il viaggio del 2007.

Segnala questa pagina

1973Romania
1974Cee
1976Costa d'Avorio
1979Polonia
1980Israele
1981Strasburgo
1982Urss
1983Turchia
1984Repubblica Democratica Tedesca
1985Giordania - Israele
1987Cina
1988Egitto
1989Ungheria - Cecoslovacchia
1990India
1992Ecuador
1994Turchia
1996Polonia - Berlino
1997Spagna - Portogallo
1998Russia - Estonia
1999Marocco
2000Canada - New York
2001Irlanda
2002Polonia
2003Bulgaria
2004Tunisia
2005Istanbul
2006Tallinn, Helsinki, Riga
2007Russia
2008Egitto
2009Cuba
2010Turchia
2011Cina
2012Polonia, Kaliningrad, Lituania
2013Romania, Budapest, Vienna
2013Iran

Prima di partire, gli studenti partecipano a incontri e discussioni sulla storia, le tradizioni e l'attualità del paese che visiteranno. Durante il viaggio, le visite turistiche si alternano a incontri presso istituzioni, centri di cultura, associazioni e università. Ma ci sono anche momenti informali, come qualche scambio di opinione intorno a un buffet presso la sede dei giovani imprenditori turchi o una visita della biblioteca dell'Università del Cairo. Spesso i nostri studenti scambiano anche contatti con quelli del luogo.

Il viaggio è quindi lo strumento più efficace per avvicinarsi alle culture diverse dalla nostra e per comprenderne gli aspetti più profondi, per capire come rispettare le abitudini altrui e favorire l’integrazione tra i popoli. Ma il viaggio è anche e soprattutto importante per i momenti vissuti insieme, che restano impressi nella memoria e che rafforzano i legami e l’attaccamento degli studenti al Collegio.