COLLEGIO UNIVERSITARIO DEI CAVALIERI DEL LAVORO
"LAMARO POZZANI"
EN
Please Wait
Please Wait
| | |
FAQ (Domande frequenti)

In questa pagina troverete alcune domande e risposte utili a conoscere meglio il Collegio e le selezioni per l'ammissione.

Vi ricordiamo di consultare anche il bando di ammissione e la domanda di ammissione online.

 

INDICE DELLE DOMANDE

 

Domande sul Collegio

Domande sulle Selezioni

 

IL COLLEGIO

 

 

 

D: Ci sono corsi universitari interni? / Il Collegio è una università? / Che facoltà avete?

R: Il Collegio non è un’università. I nostri studenti sono iscritti a università italiane che hanno sede a Roma e lì frequentano regolarmente i loro corsi, sostengono gli esami e conseguono la laurea. Le attività del Collegio sono aggiuntive e autonome rispetto a quelle delle università presso le quali i nostri studenti sono iscritti.

Torna su

 

 

 

D: Quanto costa studiare in Collegio?

R: Studiare in Collegio è gratuito. Gli studenti che vengono ammessi sono ospitati dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, soprattutto grazie ai contributi dei Cavalieri del Lavoro.

Torna su

 

 

 

D: Dovrò pagare le tasse universitarie?

R: Sì. Il Collegio non è un’università e non ha un legame diretto con le università in cui studiano i nostri studenti, che – quindi – devono pagare normalmente le tasse, secondo le regole stabilite da ogni università.

Torna su

 

 

 

D: Ci sono regole di rientro serale?

R: Non ci sono orari di rientro serale. Ogni studente è dotato di un badge personale, che non è cedibile ad altre persone. Dopo le 24, per entrare in Collegio è necessario usare il badge.

Torna su

 

 

 

D: In Collegio posso ricevere visite?

R: L’accesso di estranei alle stanze è consentito solo ai familiari, previa comunicazione. Gli amici e colleghi di studio sono ricevuti nelle salette dei piani o negli ambienti comuni, sempre previa comunicazione. Nessun estraneo può entrare o restare all’interno del Collegio dopo le ore 24.

Torna su

 

 

 

D: Oltre all’ospitalità e ai corsi è offerto anche il vitto?

R: Sì, il Collegio dispone di una mensa nella quale, in fasce orarie stabilite, si può fare colazione, pranzo e cena. Normalmente il servizio avviene in modalità self-service, ma in alcuni giorni della settimana è prevista la “cena in comune”, alla quale partecipano tutti gli studenti.

Per gli ospiti esterni è previsto un contributo da parte dello studente, ma i genitori sono graditi ospiti del Collegio.

Torna su

 

 

 

D: Quali sono le attività interne che si svolgono in Collegio?

R: All’interno del Collegio gli studenti svolgono diverse attività; alcune sono obbligatorie, altre facoltative. Durante i primi tre anni gli studenti frequentano i moduli del corso di “Cultura per l’impresa – Cavaliere del Lavoro Gaetano Marzotto”. Gli studenti degli ultimi due anni, invece, frequentano il corso avanzato “Global Studies: economia, politica e cultura”. Tutti gli studenti devono partecipare ai corsi di lingua inglese, fino al conseguimento del diploma “IELTS” con un punteggio non inferiore a 7; inoltre, possono frequentare anche gli altri corsi di lingue attivi. Gli studenti partecipano alle altre attività culturali del Collegio (corsi di informatica, seminari, conferenze serali) e alle iniziative comunitarie e culturali. Inoltre, è previsto un sostegno economico per gli studenti che vogliono compiere una parte dei loro studi all’estero.

Torna su

 

 

 

D: Una volta ammessi, si rimane al Collegio fino alla laurea?

R: Bisogna chiarire due cose. La prima è che si è ospiti del Collegio per un massimo di 5 anni, cioè quelli previsti dall’ordinamento italiano per completare il ciclo del 3+2 (o di un corso di laurea magistrale a ciclo unico). La seconda è che gli studenti e le studentesse del Collegio devono, ogni anno, aver raggiunto gli obiettivi previsti dal Regolamento per la carriera accademica e le attività interne.

Torna su

 

 

 

D: Quali sono i requisiti per restare, anno per anno, in Collegio?

R: Gli studenti e le studentesse del Collegio devono aver avuto una condotta rispettosa delle norme del Regolamento, devono aver partecipato alle attività culturali interne e, dove previsto, aver superato i relativi esami e devono aver raggiunto gli obiettivi accademici previsti dal Regolamento. A tal proposito, citiamo un estratto dell’art. 1 del Regolamento:

“Lo studente del Collegio deve maturare entro il 31 luglio degli anni di corso i seguenti Crediti formativi universitari (CFU): 40 (primo anno), 100 (secondo anno), 160 (terzo anno), 210 (primo anno dei corsi di laurea magistrale o quarto anno dei corsi di laurea magistrale a ciclo unico), 270 (quinto anno del corso di laurea in Medicina e Chirurgia), con una media (ponderata) non inferiore a 27/30, tolto il voto più basso. Per la laurea magistrale il calcolo della media è effettuato sui soli esami che ad essa si riferiscono. I crediti considerati ai fini dell’adempimento degli obblighi accademici da parte degli studenti sono solo i CFU utili al raggiungimento dei 180 CFU necessari per il conseguimento della laurea triennale, dei 120 CFU necessari per il conseguimento della laurea magistrale e dei 300 o 360 CFU necessari per il conseguimento della laurea magistrale a ciclo unico.

Lo studente che, avendo conseguito il numero di CFU richiesti al termine del terzo anno di un corso di laurea triennale, non risulti immatricolato ad un corso di laurea magistrale entro il 31 marzo del successivo anno solare, dovrà comunque lasciare il Collegio.”

Ulteriori dettagli sono contenuti nel Regolamento del Collegio. Precisiamo che, in qualunque momento, il Regolamento potrà essere modificato.

Torna su

 

 

 

D: Nei fine settimana posso andare a casa?

R: Gli studenti e le studentesse del Collegio, dopo aver avvisato la portineria, possono rientrare a casa per il fine settimana, se sono liberi da lezioni o altri impegni previsti dalle attività del Collegio.

Torna su

 

 

 

D: Quanto distano le varie università?

R: Dipende, perché a Roma ci sono diverse università italiane, sia statali che non statali. Inoltre ogni università potrebbe avere più sedi. Ti consigliamo di verificare l’indirizzo della sede del corso di laurea al quale ti iscriveresti e di controllare il percorso dal Collegio alla sede con servizi online come Google Maps.

L’indirizzo del Collegio è Via Saredo 74, Roma.

Sul sito dell’Atac, l’azienda di trasporti pubblici del Comune di Roma, potrai trovare tutte le informazioni sul costo dei biglietti e degli abbonamenti.

Torna su

 

 

 

D: C’è un parcheggio in Collegio?

R: Sì, c’è un parcheggio interno, ma ha un numero limitato di posti. L’uso del parcheggio viene disciplinato dalla Segreteria, fino all’esaurimento dei posti disponibili.

Torna su

 

 

 

D: Quali strutture sono a disposizione del Collegio?

R: Oltre alle stanze degli studenti (singole, con servizi e connessione via cavo), il Collegio dispone di varie aree e sale comuni: un’aula magna, diverse aule studio, una sala computer, una sala tv, un giardino, una palestra e un campo sportivo polivalente (quest’ultimo a poche centinaia di metri dal Collegio). Vai alla photogallery per vedere le strutture del Collegio.

Torna su

 

 

 

LE SELEZIONI

 

 

 

D: Come sono organizzate le selezioni per essere ammessi al Collegio?

R: Per l’anno accademico 2017-2018 le selezioni sono organizzate in due fasi. Una prima selezione avverrà sulla base delle prove della prima fase. La seconda fase inizierà immediatamente dopo la conclusione della prima fase. Gli studenti che supereranno la prima fase rimarranno ospiti del Collegio fino alla fine delle selezioni. Complessivamente, le selezioni (prima e seconda fase) avranno luogo da venerdì 25 agosto a martedì 29 agosto 2017.

Il Collegio si riserva, sulla base di una valutazione degli elementi emersi nel corso delle procedure di ammissione, di non accettare la domanda di ammissione alle selezioni.

Torna su

 

 

 

D: In cosa consistono le prove di selezione?

R: Sono previste prove multidisciplinari (che possono essere a risposta multipla o a risposta aperta), che hanno l’obiettivo di verificare le conoscenze scolastiche dei candidati, la loro cultura generale e le capacità di ragionamento. Sono inoltre previste prove scritte (per esempio italiano), dibattiti di gruppo e un colloquio finale. Un calendario dettagliato delle prove verrà fornito il 25 agosto ai candidati presenti per le selezioni.

Torna su

 

 

 

D: Come posso prepararmi per le prove di selezione?

R: Le selezioni sono concepite in modo da verificare la preparazione scolastica, la cultura generale e le capacità di ragionamento e apprendimento del candidato, oltre alla sua predisposizione alla vita in Collegio. Non c’è quindi un vero e proprio modo per “prepararsi” alle selezioni: la cosa importante è aver fatto un buon percorso di studi ed essere pronti a imparare. Le varie prove sono inoltre concepite in modo tale da tenere in considerazione, nei limiti del possibile, le differenze di programma nei principali tipi di scuole.

Nelle prove potrebbero essere presenti test di logica, ragionamento e comprensione. Ribadiamo, però, che dovrebbe essere sufficiente avere un’ottima preparazione scolastica e una solida base culturale.

Torna su

 

 

 

D: Posso successivamente vedere le mie prove di selezione?

R: No, è tradizione del Collegio non pubblicare graduatorie o dare indicazioni dirette o indirette sul punteggio riportato: tutti gli studenti ammessi devono sentirsi allo stesso livello. Viene comunicata solo l’ammissione alla seconda fase o al Collegio.

Torna su

 

 

 

D: Quanto dureranno le prove?

R: Come indicato dal bando, le selezioni (prima e seconda fase) avranno luogo da venerdì 25 agosto a martedì 29 agosto. Qualche settimana prima delle prove verrà comunicato l’orario esatto in cui essere presenti in Collegio il 25 agosto. Un calendario dettagliato delle prove verrà fornito il 25 agosto ai candidati presenti per le selezioni.

Torna su

 

 

 

D: Quando si saprà se sono stato ammesso al Collegio?

R: Solitamente i risultati vengono comunicati agli ammessi a poca distanza dalla fine della seconda fase (29 agosto). Contiamo di poter comunicare i risultati entro i primi giorni di settembre.

Torna su

 

 

 

D: Quanto costa partecipare alle selezioni?

R: Non c’è nessun costo di iscrizione. Ai candidati presenti alle prove viene chiesto di versare un contributo di 30 euro alle spese per l’ospitalità.

Torna su

 

 

 

D: Se esco alla prima fase posso alloggiare da voi fino alla ricerca di una nuova sistemazione?

R: I candidati che non superano la prima fase devono lasciare il Collegio o le strutture in cui sono ospitati. L’elenco degli ammessi alla seconda fase verrà affisso nelle prime ore del pomeriggio, in modo da dare ai candidati non ammessi il tempo necessario per lasciare le strutture. In casi di reale necessità i candidati possono rivolgersi alla Segreteria, possibilmente almeno qualche giorno prima dell’inizio delle selezioni; la Segreteria verificherà se ci sono le condizioni per offrire ospitalità per un’ulteriore serata.

Torna su

 

 

 

D: Se ci fosse concomitanza con altre prove posso andare via e tornare??

R: Alcune delle prove (per esempio test multidisciplinari e prove scritte) sono collettive e richiedono, necessariamente, la presenza di tutti i candidati. Queste prove si concentreranno nei primi giorni delle selezioni (da venerdì a sabato-domenica). Nei giorni seguenti avranno luogo anche colloqui individuali e dibattiti di gruppo, che permettono una maggiore (ma non totale) flessibilità. Gli studenti che avessero improrogabili impegni personali o legati ad altre prove sono pregati di comunicarlo per tempo alla Segreteria del Collegio che cercherà, nei limiti del possibile, di venire incontro alle loro esigenze.

Torna su

-
-
-